Il primo concept del Recreational Active Vehicle a 4 ruote motrici fu presentato sottoforma di bozza stilizzata nel corso del Salone di Tokyo 1989. L’idea di fondo piacque molto al pubblico, tanto che non più tardi di due anni dopo Toyota decisa di sviluppare concretamente il progetto.






La presentazione ufficiale del primo Rav4 avenne al Salone di Ginevra del 1994. La vettura venne accolta con grande stupore, essendo un qualcosa di nuovo per il mercato del tempo. Nonostante ciò i dati di vendita furono esaltanti, e premiarono di fatto la volontà della Toyota di dar vita ad un nuovo filone: quello dei suv compatti.


Da quel momento in poi l’ascesa del Rav4 è stata inarrestabile, grazie alla capacità di rinnovarsi costantemente. Ad oggi sono 4 le generazioni di Rav immesse sul mercato. La prima serie (1994) spiccò sin dalle prime battute per la particolare conformazione. Si trattava infatti di un 3 porte compatto (3,69 mt) e leggero. Il motore era un 2 litri benzina 129 cv, montato trasversalmente senza ridotte. Altri elementi caratteristici erano il telaio monoscocca, sospensioni posteriori indipendenti e trazione integrale permanente. A questa variante dichiaratamente per single, si aggiunse 2 anni dopo la versione 5 porte con lunghezza complessiva di 4,10 mt.



La seconda generazione di Rav4 (2000-2006) ha sancito un radicale cambiamento del target commerciale di riferimento: dai single alle coppia con famiglia. Le nuove varianti 3 e 5 porte vennero in essere con 5,5 e 4 cm in più di lunghezza rispetto ai predecessori. Disponibile nella motorizzazione 2.0l benzina da 150CV e 2.0l D-4D Diesel dal 2002, la nuova serie si distinse per la presenza della trazione integrale permanente con differenziale centrale LSD ad accoppiamento viscoso e differenziale Torsen sull’assale posteriore disponibile a richiesta.


La terza generazione di Rav4 (2006-2012) ne ha confermato ufficialmente la vocazione di suv di famiglia, destinato a coppie con figli. La versione 5 porte (prodotta a scapito di quella con 3 porte) poteva contare su una lunghezza complessiva incrementata di 19 cm rispetto al passato e su motorizzazioni 2.0l benzina e 2.2l diesel. Altro elemento distintivo la trazione integrale controllata elettronicamente ed il controllo assistito per partenza in salita / discesa.


Alimentazione elettrica
In seguito alla presentazione di una "prima generazione" di RAV4 interamente elettrica, tenuta nel 1997 in California, nel 2010 una collaborazione tra Tesla Motors e Toyota Technical Centre in Michigan contribuì ad aggiornare l'offerta EV di RAV4 (ancora solo per gli Stati Uniti). Nel rispetto del programma zero emissioni della California e venduto prevalentemente a società di leasing, la nuova joint venture produsse un RAV4 dotato di una moderna batteria agli ioni di litio, di un motore elettrico da 156 CV e di un'autonomia di 182 km. Si trattava di una vera e propria conquista tecnica dell'epoca.


La versione attualmente in commercio del Rav4 attesta palesemente un cambio di marcia nella conformazione del mezzo, che è gradualmente passato dallo status di “suv” a quello di “crossover”. Degni di nota anche i nuovi motori di casa Toyota, in grado di ridurre dell’11% le emissioni.
La nuova variante a quattro ruote motrici abbina un motore 2.0l Turbodiesel D-4D all’Integrated Dynamic Drive System, tecnologia Toyota ad alta reattività che coordina il controllo dei sistemi del Dynamic Torque Control AWD, del Vehicle Stability Control (VSC) e del servosterzo elettronico (EPS), per accrescere performance, tenuta di strada e sicurezza in tutte le condizioni di guida. Monitorando alcune info quali velocità, angolo di sterzata ed imbardata, il sistema AWD monitore il trasferimento della forza motrice tra l’anteriore e il posteriore mediante un giunto elettromagnetico posto innanzi al differenziale posteriore. Ciò consente di elaborare dei settaggi a seconda della modalità di guida. Il motore da 1998 cc, abbinato ad una trasmissione manuale a 6 marce, genera 124 CV / 91 kw a 6000 giri/min, e 310 NM di Coppia a 1600 – 2400 giri/min.
In termini estetici, Il RAV4 2014 è disponibile nella variante Dark Brown Metallic ed è dotato di un nuovo cerchio in lega da 18’’ a 10 razze con design particolarmente catteristico. Permangono gli interni in tessuto nero con design sportivo, mentre ad oggi è possibile personalizzare il mezzo con l’allestimento lounge nelle colorazioni “nera” e “beige”.
Di nuova fattura anche il sistema di infotainment e la tecnologia di bordo. L’apparato presenta un nuovo schermo WVGA touch screen a colori da 6,1 pollici con risoluzione migliorata, ed incorpora sei nuove lingue per i comandi vocali. Lo Smart Entry & Start System è da oggi standard anche sulla versione STYLE, oltre che sulla versione lounge ed opera in abbinamento ad un portellone posteriore ad apertura elettrica. La sicurezza e la tranquillità è inoltre garantita dal nuovo sistema Rear Cross Traffic Alert (RCTA), che segnala l’avvicinamento di un altro veicolo durante la manovra in retromarcia.